SAL, contro il TAV

Oggi le nostre compagne/i di SAL – Solidarietà Ambiente Lavoro hanno manifestato a Verona contro la TAV. Un’altra opera inutile, costosa e ambientalmente insostenibile e che serve solo alle grandi imprese e alla finanza speculativa. La stessa impronta e lo stesso coagulo di interessi che vuole la TAV Lione-Torino. Confindustria Veneto anche ieri è intervenuta indicandola tra le opere infrastrutturali strategiche. Qui non c’è niente di strategico. Mentre si investe sulla TAV si taglia sui trasporti locali, si rendono aree della nostra Regione sempre più marginali. La provincia di Belluno, ma anche quella di Rovigo, ne sono un esempio evidente. Ma sulla TAV c’è il sostegno bipartisan di centrodestra e centrosinistra come in tutti i progetti caldeggiati da Confindustria.

Migranti, Paolo Benvegnù sullo svuotamento della ex colonia della Croce Rossa di Jesolo

È necessario dare una risposta civile e rispettosa dei diritti e del diritto ai richiedenti asilo ospiti della ex colonia della Croce Rossa di Jesolo. Abbiamo seguito con attenzione quello che è successo in queste settimane. Lo abbiamo fatto preoccupati dal crescere di toni xenofobi e dal tentativo di scaricare sui migranti la ripresa nel Veneto della diffusione dei casi di contagio da Covid. Nella struttura jesolana, i richiedenti asilo hanno subito, come tutte/i, le restrizioni necessarie durante il periodo della chiusura. I casi di Covid si sono manifestati dopo la riapertura e la ripresa dei contatti con l’esterno e del lavoro: spesso in nero, sottopagato, e in condizioni di scarsa sicurezza. Lavoro molto spesso fondamentale per alcune attività economiche, in turismo e in agricoltura, come conferma la dirigenza della azienda Frova oggi in una intervista ad un giornale locale. Lavoro che molte/i perderanno se le nuove collocazioni a cui saranno destinate/i non ne permetteranno il mantenimento: come è accaduto e accadrà per chi è stato trasferito a Cavarzere. Questo è il punto fondamentale. La decisione di dismettere le attività di accoglienza della ex colonia Croce Rossa, che peraltro apre spazi a una robusta speculazione in un’area di particolare pregio, deve essere accompagnata da una ricollocazione degli ex ospiti che, oltre ad essere dignitosa, tenga conto del già avvenuto inserimento di molte/i di loro nel tessuto sociale ed economico del territorio.

Paolo Benvegnù
candidato presidente della Regione Veneto per la lista “Solidarietà Ambiente Lavoro” SAL

SIAMO TUTTO. VOGLIAMO TUTTO!

I padroni vogliono libertà di licenziare e continuano a volere i soldi pubblici.
Noi vogliamo la riduzione degli orari di lavoro a parità di salario.
Vogliamo la garanzia di un reddito per vivere tutte/i dignitosamente, senza condizioni.
Vogliamo investimenti nella sanità pubblica per garantire il diritto alla salute, nella scuola pubblica per garantire il diritto all’istruzione a tutte/i, negli ispettorati del lavoro e negli Spisal, perché il lavoro sia sicuro e giustamente retribuito, nella cultura e nella conservazione del nostro patrimonio archeologico, nel turismo di prossimità e di qualità, nella cura del territorio e dell’ambiente, la valorizzazione del piccolo commercio e del l’artigianato, la riduzione degli affitti contro la speculazione e la rendita immobiliare. Vogliamo una agricoltura sana. Vogliamo una economia centrata sul bene comune non sul profitto di pochi e sullo sfruttamento predatorio della natura e del lavoro.
Siamo tutto. Vogliamo tutto!

(Nel collage alcune manifestazioni che abbiamo organizzato negli ultimi anni)

Venezia: presentazione lista SAL

COMUNICATO STAMPA

Solidarieta’ Ambiente e Lavoro ha indetto una Conferenza Stampa per sabato 8 agosto alle ore 11,30 presso la sede di Rifondazione Comunista via Buccari, 22 a Mestre (VE) per presentare a Venezia i propri candidati consiglieri per le elezioni regionali.
La lista è promossa da Partito della Rifondazione Comunista e PCI – Partito Comunista Italiano con la partecipazione di esponenti del mondo del lavoro, delle lotte sociali ed ambientali e del mondo della cultura, sarà presente alle elezioni regionali del Veneto e candida a Presidente della Regione Paolo Benvegnu’.
Avanziamo una proposta di netta alternativa ai blocchi di centrodestra e di centrosinistra che, apparentemente contrapposti, in realtà convergono su questioni fondamentali.
Questo vale per le grandi opere, per le politiche di tagli sociali e per la comune adesione alla ideologia liberista della centralità del mercato.
Solo una politica rigorosa di difesa dei bisogni sociali, del lavori e dell’ambiene può dare risposta alle gravi contraddizioni della crisi pandemica, che ha messo in chiara luce i disastri di decenni di tagli alla spesa pubblica, alla sanità e all’istruzione.
Il nostro impegno è che la Costituzione antifascista sia pienamente attuata e ci batteremo per questo!

Pierpaolo Capovilla, attore, musicista, scrittore, compositore e candidato nella circoscrizione di Venezia declamerà la poesia di Majakoskij RIVOLUZIONE, CRONACA POETICA.

FUORI DA OGNI OPPORTUNISMO

Ieri Zaia è intervenuto sulla stampa indicando le sue bandiere per le prossime elezioni regionali. Sono l’autonomia differenziata, la Pedemontana veneta, l’ospedale di Padova est e le olimpiadi invernali di Cortina 2026. Tutto condiviso nella sostanza dal centrosinistra. Al di là delle chiacchiere, i fatti sono questi.
Nel Veneto, sulle questioni essenziali, le convergenze tra centrodestra e centrosinistra sono evidenti, come sono condivise le responsabilità nel consumo di suolo e nelle privatizzazioni. Restano solo le chiacchiere di Lorenzoni e di una sinistra ornamentale, votata all’opportunismo in chiave elettoralistica e totalmente inadeguata ad affrontare con la radicalità necessaria gli esiti di una crisi sistemica che la pandemia ha messo in piena luce.
Il futuro, oltre le elezioni regionali, sarà segnato nel nostro paese da uno scontro sociale durissimo per la difesa dei lavoratori e dei ceti popolari. Questo è il nostro campo.

SAL – Solidarietà Ambiente Lavoro

Paolo Benvegnù: Noi siamo la sinistra radicale, siamo alternativi sia al centrodestra a trazione leghista che al centrosinistra a trazione Pd.

La lista “Solidarietà Ambiente Lavoro” (SAL), promossa dal Partito della Rifondazione Comunista, dal Partito Comunista Italiano, e partecipata da esponenti del mondo del lavoro, delle lotte sociali e ambientali, del mondo della cultura, sarà presente alle elezioni regionali del Veneto.
Avanziamo una proposta di netta alternativa ai blocchi di centrodestra e di centrosinistra che, apparentemente contrapposti, in realtà convergono su questioni fondamentali.
Questo vale per le grandi opere, come per le olimpiadi invernali di Cortina e l’autonomia differenziata, vero e proprio disegno di scasso delle basi fondamentali della nostra Costituzione, cavalli di battaglia di Luca Zaia, così come per la comune adesione alla ideologia liberista della centralità del mercato e dell’impresa.

Leggi tutto “SAL – Solidarietà Ambiente Lavoro”